';
Il condominio, che ospita 48 appartamenti, è stato costruito nel 1970 attraverso una struttura in calcestruzzo armato, praticamente non isolata. Un cambiamento..
pdf-file
pdf-file
Edificio residenziale
Zurigo-Schwamendingen
Image
Architetto Beat Kämpfen
“La sostenibilità e l'ecologia non rappresentano solo un aspetto di marketing, bensì una parte vitale del concetto architettonico.”
Una trasformazione energetica

Il condominio, che ospita 48 appartamenti, è stato costruito nel 1970 come una modesta costruzione in cemento armato, praticamente non isolata. Un cambiamento nelle dimensioni degli appartamenti era praticamente impossibile per motivi di costo. Di conseguenza si è deciso di mantenere gli appartamenti di piccole dimensioni, anche se è stato possibile aggiungere un piano superiore con appartamenti più grandi. L’edificio ora comprende 50 appartamenti da 1 a 3 stanze.

Nell’edificio vivono circa 60 persone con un fabbisogno totale di spazio di 35 m² a persona. Il fabbisogno di acqua calda relativamente elevato abbinato alle grandi superfici della facciata e la rimozione di una condotta dell’aria di scarico del parcheggio sotterraneo hanno portato ad un nuovo concetto energetico: 180 m² di collettori solari termici integrati nelle facciate e un serbatoio di accumulo dell’acqua alto 19 metri inserito nel vecchio condotto di scarico. Una pompa di calore con quattro sonde geotermiche e 150 m² di moduli fotovoltaici posati sul tetto completano il sistema energetico. Il colabrodo energetico del passato è ora completamente attrezzato per le esigenze attuali. I collettori solari verticali allungano l’edificio verso l’alto e sono ricoperti da un vetro che cambia il suo aspetto dal bronzo all’argento (Kromatix). Inoltre, le piante di luppolo sono parte integrande delle facciate, contribuendo all’ecologia urbana.

Sezione dell’edificio, in rosso è indicata la sopraelevazione.

Vista dell’edificio prima del risanamento.

Vista interna del nuovo appartamento.

Caratteristiche dell’edificio
  • Tipologia di edifico
    Residenziale
  • Tipo di costruzione
    Risanamento
  • Anno di costruzione
    1970, risanamento 2017
  • Superficie di riferimento energetico
    2,132 m²
  • Indice energetico
    19.4 kWh/m²a (riscaldamento ed elettricità)
  • Standard energetico
    Minergie-A ZH-045-A
Architetto Beat Kämpfen
“I nostri edifici mirano a inserirsi nell'ambiente circostante e spesso si presentano con un aspetto modesto``. Dimostrano che l'utilizzo dell'energia solare può essere una questione semplice e quotidiana``.
Energia
Superficie solare attiva 230 m² 181 m²
Ratio superficie solare attiva >75% <25%
Potenza nominale 36 kWp n/a
Tipo di applicazione Tetto piano Facciata ventilata
Stoccaggio Accumulatore idraulico, batteria di stoccaggio 19000 lt, 20kWh
Produzione energetica
0
kWh (fotovoltaico)
Fonte: kämpfen für architektur ag
0
kWh (solare termico)
Fonte: kämpfen für architektur ag
Autoconsumo
Fotovoltaico
50%
Solare termico
40%
Involucro dell’edificio
  • Applicazione
    Moduli fotovoltaici installati su un tetto piano.
  • Descrizione
    Tetto piano intelaiato in legno con uno strato isolante di 34-46 cm di lana minerale.
  • Coefficiente U
    0.14 W/m²K
  • Sistema di fissaggio
    Sistema di fissaggio lineare (binari in alluminio).
  • Altro
    Sul tetto è stato installato un impianto FV di 230 m² (35.7 kWp).

Vista del tetto e dell’impianto fotovoltaico.

  • Applicazione
    Collettori solari termici integrati in tre facciate.
  • Descrizione
    Pareti in calcestruzzo coibentate con 22-34 cm di lana minerale.
  • Coefficiente U
    0.12/0.15 W/m²K
  • Sistema di fissaggio
    Sistema di fissaggio lineare (binari in alluminio).
  • Altro

La parte aggettante della facciata nord è stata rivestita con lo stesso vetro Kromatix. Anziché un collettore solare termico, dietro il vetro è nascosto lo strato isolante.

  • Applicazione
    Finestre
  • Descrizione
    Vetri tripli con telaio in legno/alluminio.
  • Coefficiente U
    0.70 W/m²K
  • Fattore g
    0.50
  • Altro

Grandi finestre sono state utilizzate nell’ampliamento all’ultimo piano.

Le finestre esistenti sono state tutte sostituite.

Collettori solari termici
  • Produttore
    DOMA Solartechnik GmbH e SwissINSO
  • Tecnologia celle
    Collettore piano vetrato con assorbitore in alluminio e uno strato di rivestimento altamente selettivo Miro-Therm.
  • Tipologia vetro frontale / customizzazione
    Vetro solare Kromatix. Rivestimento multistrato applicato sulla superficie interna del vetro e trattamento del vetro esterno per ridurre la riflessione diffusa.
  • Dimensioni
    Su misura (variabile, ca. 1120 x 3080 mm)
  • Potenza specifica
    n/a
Dettagli tecnici

I collettori solari termici con ampia superficie DOMA FLEX sono posizionato su tre facciate: 36m² si trovano rispettivamente sulle facciate est e ovest e 108m² sulla facciata sud. Grazie alle diverse posizioni dei collettori solari, è possibile produrre energia sull’arco dell’intera giornata. Sebbene l’installazione verticale dei collettori solari riduca la resa in estate, ottimizza la produzione di calore in inverno. Il vetro per i collettori solari è realizzato su misura da Doma-Schweizer Vorarlberg (Austria). Questi vetri sono trattati con una finitura Kromatix di Swissinso che fa sì che il colore del collettore cambi dal grigio al bronzo, a dipendenza del punto di vista e dell’intensità del sole.

Assonometria
Hotspot image
Sezione verticale del raccordo di gronda
Hotspot image
Costi
  • Costo totale dell’edificio
    6,500,000 CHF
  • Costo al m³  
    850/m³ CHF

Le piante coprono parte delle facciate e contribuiscono all’ecologia urbana.

Parti coinvolte
  • Proprietario
    David e Ana Dubois
  • Architetto
    kämpfen für architektur ag
  • Specialista energetico
    Edelmann Energie – Energie und Nachhaltigkeit am Bau
  • Progettista HVAC 
    Naef Energietechnik
  • Installatore solare termico
    Ernst Schweizer AG così come gli altri partecipanti
  • Fotografie
    kämpfen für architektur ag
Premi e riconoscimenti
  • Premi
    Premio svizzero solare 2017 – Edificio Plus Energy
  • Pubblicazioni
    Vom Vielfrass zum Energieproduzenten


    In: db-Metamorphose / deutsche bauzeitung 3.2019

Solarchitecture

X