';
Il progetto segue le caratteristiche prevalenti di questo sito rurale, dove volumi singoli raggruppati in conglomerati forniscono spazio e riparo per le attività quotidiane. Con l'aggiunta di un edificio che...
pdf-file
pdf-file
Due case a Chigny
Image
Architetto Dieter Dietz
"Queste case offrono una intelaiatura all' "abitare". Come una sorta di tela tracciata nello spazio che attende di essere completata dalla vita. Gli utenti definiranno ulteriormente l'articolazione visiva e spaziale".
Architettura sostenibile in un contesto rurale

Il committente ha richiesto un progetto che favorisse la coesistenza di spazi abitativi condivisi e individuali per fornire l’opportunità di vivere in modo indipendente all’interno di una comunità di amici e delle loro famiglie. In risposta a questo mandato, è stata proposta la ristrutturazione di uno degli edifici del XIX secolo, un tempo un torchio, e la progettazione di una nuova casa.
Il progetto segue le caratteristiche prevalenti di questo sito rurale, dove volumi singoli raggruppati in conglomerati forniscono spazio e riparo per le attività quotidiane. Con l’aggiunta di un edificio che riprende la forma di un fienile, un’ulteriore elemento è stato aggiunto al gioco di volumi tra gli alberi. Il giardino rimane il fulcro dell’identità, dove il Pressoir (torchio) risanato e la nuova Grange (fienile) creano una corte interna senza “interrompere” il paesaggio circostante. La planimetria di ogni casa è strutturata intorno a un locale di dimensioni generose che funge da fulcro sociale per le persone che vivono in entrambe le case. Così, i due edifici possono essere abitati come un unico luogo comune. Allo stesso modo, ogni casa può essere occupata singolarmente, poiché sia Grange che Pressoir sono adatte ad essere sia ambienti di lavoro che di abitazione, grazie ad una concezione degli spazi che si sviluppa fra passaggi intermedi, porte, tende e pannelli scorrevoli che gestiscono gradualmente la sfera pubblica e quella privata.

Pianterreno del Pressoir risanato (a sinistra) e della nuova Grange (a destra).

I due edifici si orientano verso il paesaggio lemanico, aprendosi alla vista sui vigneti e sul frutteto circostante.

Attraverso la scelta dei materiali, la casa risanata mantiene il suo retaggio costruttivo.

Caratteristiche dell’edifico
  • Tipologia di edificio
    Residenziale
  • Tipo di costruzione
    Nuova e risanata
  • Anno di costruzione
    2017
  • Superficie energetica di riferimento
    590 m²
  • Indice energetico
    67.2 kWh/m²a (riscaldamento e acqua calda sanitaria)
  • Standard energetico
Energia
Superficie solare attiva 227m²
Rapporto superficie solare attiva >75%
Potenza nominale 21.9 kWp
Tipo di applicazione Tegole solari
Stoccaggio
Produzione energetica
0
kWh/a
Fonte: Hochparterre AG - Solaris #2
Autoconsumo
0%
Involucro dell’edificio
  • Applicazione
    Esoscheletro in acciaio, tetto in travi montato su una sottostruttura in acciaio, solaio intermedio in legno-acciaio.
  • Descrizione
    Tetto a falde con struttura in acciaio isolato con pannelli di lana minerale.
  • Coefficiente U
    n/a
  • Sistema di fissaggio
    Montaggio su guide piatte
  • Altro

Il tetto solare è progettato come una struttura metallica tridimensionale.

  • Applicazione
    Muri in pietra (Pressoir rinnovato) e struttura intelaiata in legno (nuova Grange).
  • Descrizione
    I muri in pietra dell’edificio rinnovato sono stati isolati internamente mentre l’involucro edilizio del nuovo edificio è completamente costituito da grandi finestre con telaio in legno.
  • Coefficiente U
    n/a
  • Sistema di fissaggio
  • Altro

L’involucro della nuova casa è costituito da un tetto a struttura d’acciaio e da finestre con telaio in legno.

  • Applicazione
    Finestre
  • Descrizione
    Triplo vetro con telaio in legno
  • Coefficiente U
    n/a
  • Fattore g
    n/a
  • Altro

La superficie perimetrale dell’edificio è in gran parte trasparente.

L’edificio Pressoir (torchio) è stato completamente rinnovato mantenendo la sua struttura originale, le pareti e la carpenteria.

Modulo BIPV
  • Prodotto
    Su misura
  • Produttore
    Antec solar GmbH
  • Tecnologia celle
    Monocristallina
  • Tipo vetro frontale/customizzazione
    Vetro solare Kromatix color bronzo
  • Dimensioni
    250x1000mm; 250x660mm; 250x330mm
  • Potenza specifica
    n/a
  • Peso specifico
    n/a
Dettagli costruttivi

L’edificio, il tetto, la facciata come pure la tecnologia, si fondono in un distintivo involucro architettonico solare multifunzionale. Sull’esoscheletro di supporto, che rimane chiaramente visibile e definisce la forma della casa, ci sono 890 moduli in tre diverse lunghezze, con un massimo di sei celle fotovoltaiche monocristalline all’interno di supporti composti da due lastre di vetro, fissati a una struttura metallica secondaria con una semplice struttura di ancoraggio. I moduli fotovoltaici sono affiancati da 311 moduli dummy in modo da creare un aspetto uniforme fra le superfici dell’esoscheletro. Per una migliore resa energetica, i moduli sulle superfici del tetto rivolte a sud-ovest e nord-est sono stati orientati verso sud, creando un tetto solare con una potenza di 21,9 kWp.

Assonometria
Hotspot image
Sezione verticale – raccordo di colmo
Hotspot image
Costi
  • Costo totale dell’edificio
    3’100’000 CHF (per entrambe le case incluso l’impianto fotovoltaico)
  • Costo al m³  
    1,225 CHF/m³ (CCC2)

I moduli, inseriti tra le sezioni vuote della struttura in acciaio, sono disposti ritmicamente e inclinati in modo che il loro spessore, piuttosto che la superficie lucida, sia visibile. Questo dà al tetto un carattere dinamico, ma allo stesso tempo permette alla copertura di armonizzarsi con le tegole delle case vicine.

Parti coinvolte
  • Proprietario
    Forel/Schrämli
  • Architetto
    Dieter Dietz
  • Consulente fotovoltaico
    Esquisse solaire Sàrl
  • Installatore fotovoltaico
    Ciel Photovoltaïque
  • Ingegnere civile
    Schnetzer Puskas
  • Struttura in acciaio
    Stahl- & Traumfabrik AG
  • Foto
    Adrien Comte e Mikael Blomfelt, Joël Tettamanti
Premi e riconoscimenti
  • Premi
  • Pubblicazioni
    Hochparterre Solaris#2 – Settembre 2018 – Fun palace – Axel Simon (in DE, FR, IT)


    Online magazine swiss-architects.com – 11 Aprile 2018 – Zwei Häuser in Chigny, Für eine grosse Gemeinschaft – dieterdietz.org (solo in DE)


    Espazium 14 Maggio 2020 – Skelett im Weinberg – March Frochau (solo in DE)

Comments
Share
Solarchitecture

X