';
Il 19 maggio 2022 è stata inaugurata la mostra “L’energia solare: un materiale da costruzione”, organizzata dal Centro Svizzero di...
L’energia solare: un materiale da costruzione

Mercoledì 25 maggio.2022

Il trasferimento del fotovoltaico (PV), dopo diversi anni di sperimentazione, è oggi una soluzione, anche per esprimere un flessibile e innovativo potenziale linguistico per il progetto di architettura contemporanea. Fonte: SUPSI.

Autrice: Dr Arch. Cristina S. Polo López – Ricercatrice, Team involucro innovativo, Centro di competenza Svizzero sul BIPV, SUPSI-ISAAC.

 

Il 19 maggio 2022 è stata inaugurata la mostra “L’energia solare: un materiale da costruzione”, organizzata dal Centro Svizzero di Competenza per il BIPV. Tema dell’esposizione è l’evoluzione negli ultimi 40 anni del BIPV a partire dai primi esempi dove la tecnologia solare è entrata a far parte dell’organismo edilizio, fino alla progressiva sperimentazione dei sui rapporti con il linguaggio architettonico. Si ripercorrono le principali tappe di questa sintesi tra tecnica e architettura all’interno del settore noto come “Building Integrated Photovoltaic” BIPV, nel quale una costante ricerca di “progetto integrato” ha fatto da filo conduttore dalle prime esperienze fino alle recenti realizzazioni.

 

Una mostra promossa dal Dipartimento ambiente costruzioni e design della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI). Con la partecipazione di Istituto design e Istituto sostenibilità applicata all’ambiente costruito.

L’inaugurazione ha coinciso con l’evento pubblico organizzato in SUPSI nell’ambito delle “Giornate del Sole” in Svizzera 2022, sull’energia solare e per commemorare il Ticino Solare (TISO), il primo impianto solare allacciato alla rete in Europa nel lontano 1982 proprio a Canobbio-Trevano, sede del Dipartimento ambiente costruzioni e design della SUPSI fino al 2021.

 

La mostra è stata visitata dal pubblico presente all’evento (circa 120 persone), oltre che dai partner del progetto Interreg V-A Italia-Svizzera BIPV meets History (progetto 603882), Programma di Cooperazione Italia-Svizzera, cofinanziato dall’Unione Europea, dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, dallo Stato Italiano, dalla Confederazione Svizzera e dai Cantoni nell’ambito del Programma di Cooperazione Interreg VA Italia-Svizzera. Rimarrà aperta al pubblico per i prossimi due mesi.

 

Hanno curato la mostra: Andrea Delucchi, Giulio Zaccarelli; Cristina S. Polo López.
Hanno collaborato: Pierluigi Bonomo; Mauro Caccivio; Francesco Frontini; Pablo Joerg; Valeria Gozzi; Gauri Mankeekar; Luciano Rusconi.

Vedi anche
Image icon
SUPSI
Visita la pagina
Image icon
Presentazione
Download PDF (IT)
Comments
Share
Solarchitecture

X